La penisola della Gaspésie: il Canada allo stato puro

 

Il Canada è talmente ampio che non puoi dargli un’unica definizione, nessuna etichetta. Il Canada è un meltin pot di culture, paesaggi e climi.

 

E’ poi c’è la Gaspésie

 

Una penisola che nella cartina del Canada passa inosservata. Il fiume St. Lawrence si arrabbia su scogliere dure, paesaggi aspri tormentati da venti gelidi e gabbiani che sfidano le correnti in cerca di cibo. E poi i fari, avamposti nel grigio quasi costante della penisola.

 

Pesca a mosca
Pesca a mosca

 

Quello che c’è

 

Le due anime sono nette: da una parte, costeggiando l’unica strada sulla costa, paesi si susseguono in un altalenarsi di scogliere ruvide e centri abitati, dove pescatori impavidi sfidano il fiume St. Lawrence.
Vorrei dire che la roccia bucata  di Percè è la parte migliore, quella da non perdere, ma il bello, anzi bellissimo della Gaspésie, è la totale somma degli ingredienti, balene incluse.

Dall’altra, il parco naturale della Gaspésie, al suo interno. Per raggiungerlo si attraversano cittadine rurali, dove la vita scorre lenta. Il parco è ricco di vegetazione e permette splendide escursioni di tutte le difficoltà, quasi impossibile poi, non vedere almeno un’alce.

 

Alce nel Parco della Gaspésie
Alce nel Parco della Gaspésie

Quello che non c’è

 

Non ci sono i laghi, tipici elementi canadesi e di conseguenza le zanzare, che nei parchi del sud dell’Ontario ti divorano, anche se trasudi spray protettivo.
Non c’è il caldo afoso: a giugno abbiamo dormito con il piumone.
Non ci sono grandi cittadine: scordatevi il caos di Montreal e Toronto.

 

Paesaggio rurale della penisola
Paesaggio rurale della penisola

Quello che mangi

 

Siete mai andati a cena in un ristorante canadese nella vostra città? No?! Beh perché ovviamente non ce ne sono!
La cucina canadese non eccelle in originalità. Paese di forti immigrazioni, il Canada non ha sviluppato una sua personale cucina (a parte lo sciroppo d’acero ed il burro d’arachidi, di cui sono fieri inventori) per cui non stupitevi se il piatto nazionale del Québec è  la “Poutine“, ovvero patatine fritte con sopra formaggio, carne e salsa al pomodoro (ne fanno diverse varianti, anche “l’italian” con sopra gli spaghetti). Quindi, se mi permetto di dire che sul cibo non mi dilungherei, sono certa che mi darete ragione.

 

St Lawrence
St Lawrence

Quello che bevi

 

Sul bere è tutto un altro paio di maniche. La Gaspésie offre un’importante numero di microbirrifici che non solo producono dell’ottima birra, ma lo fanno con creatività. Quindi a differenza delle monotematiche IPA degli Stati Uniti, in Canada, e soprattuto nella Gaspésie, si possono degustare molti generi birrai…con sorprendenti guizzi creativi!
Per non parlare poi delle location: guardare il tramonto sul St. Lawrence davanti ad un’ottima birra è un’esperienza indimenticabile.

 

 

Uno dei tanti microbirrifici della Gaspésie
Uno dei tanti microbirrifici della Gaspésie

 

 

Quello che si può fare

 

In un posto così naturale le attività sono perlopiù all’aperto. Osservare le balene che al largo della costa si radunano in cerca di cibo, le escursioni nel parco nazionale, la rilassante pesca a mosca…ma anche scoprire i fari o percorrere la lunga strada costiera verso nuovi piccoli centri abitati.

Le cose da fare, nella Gaspésie, sono molte.

Svuotare la mente, assaporare suoni, odori e sensazioni è  sicuramente l’attività migliore da fare in questo magnifico tratto di mondo.

 

Whale watching
Whale watching

 


Se sei interessato ad altri articoli sul Nord America o sui Parchi Naturali, poi leggerti gli articoli sui grandi parchi degli Stati Uniti: Parte I e Parte II

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *