Oktoberfest. Quando Monaco si trasforma.

Share on Facebook3Share on Google+1Tweet about this on Twitter3Pin on Pinterest0

 

 L’offerta era lì: volo Lufthansa con partenza al venerdì sera da Torino Caselle (perfetto per chi lavora) e ritorno da Monaco di Baviera la domenica pomeriggio. Vuoi non prendere al volo (letteralmente!) l’occasione?

 

Dove dormire. Senza spendere un patrimonio.

 

Per andare all’Oktoberfest e non spendere molto vale un mantra: prenotare il prima possibile.

 

Soggiornare vicino alla manifestazione è  un’impresa per milionari, ma Monaco è servita benissimo dalla metro, che in quei giorni funziona fino a tarda notte. Quindi l’importante è cercare una sistemazione comoda alla stazione della metropolitana!

 

In linea di massima le strutture sono  comunque più care rispetto ad altri periodi dell’anno (il numero di persone che ogni anno si reca all’Oktoberfest varia tra i 6  e gli 8 milioni di persone!). Anche prenotando diversi mesi prima, può succedere che i prezzi siano già elevati, per cui noi abbiamo optato per il portale Airbnb.

 

Abbiamo soggiornato da Conny, una ragazza molto gentile che ci ha fornito una camera doppia nel suo appartamento comodissimo alla fermata della metro di Haar (prima periferia di Monaco). Prezzo 40 € a notte.

 

Bere. Ma anche mangiare.

 

Sopratutto nei giorni dell’Oktoberfest, mangiare a Monaco non è proprio un problema. Il problema lo diventa se si è vegetariani o vegani! Già, perchè un pò ovunque, sparsi per la città, potete trovare venditori di finger food, wurstel da passeggio e salsicciotti con varie salse.

 

All’interno dell’Oktoberfest, negli stand adibiti, il cibo non manca. Patatine fritte, crauti, stinchi al forno e bretzel sono sempre i più quotati. Molto difficilmente troverete cibi salutari dentro l’Oktoberfest. Se proprio avete piacere di un’insalata vi conviene recarvi nei locali del centro o nei caffè tipo Starbuks.

 

Uno dei locali più noti in Monaco è lo storico Hofbrauhaus la birreria dalle immense sale con i soffitti decorati. Il locale è un dedalo di grandi stanze. Importanti tavoli in legno e un’orchestrina rilegata in un angolo suona musica bavarese in una delle sale. Bionde e prorompenti donne in costume tipico passano tra i tavoli vendendo bretzel.

 

Dentro l’Oktoberfest.

 

L’Oktoberfest viene organizzata al parco Theresienwiese, usando il treno metropolitano S-Bahn dovete arrivare ad incrociare le linee U4 e U5 della metropolitana (U-Bahn), e su quelle linee scendere alla fermata “Theresienwiese”.

 

Da lì, seguite il flusso di gente e vi troverete facilmente all’entrata.

 

I controlli di sicurezza, sopratutto in quest’ultimo periodo, sono molti. E’ obbligatorio lasciare le borse in furgoni adibiti ad armadietti con lucchetti che si trovano fuori da ogni entrata.

 

All’interno, musiche, giostre, un migliaio di persone e tanta birra!

 

Ogni marchio di birra (Augustiner,Lowenbrau, Fischer per citarne solo alcuni)  ha il suo stand che può contenere migliaia di persone. All’interno la birra viene venduta solo in boccali da un litro.

 

La birra tedesca è una birra molto leggera, per cui è normale bere più di un boccale senza sentirsi neanche un pò sbronzi…con l’inconveniente che bisogna spesso fare pipì!

 

L’organizzazione è ottima, raramente si fa coda nei bagni e ci sono sempre camerieri che girano con boccali pieni alla mano. Basta fare un cenno e si ha subito una buona birra davanti!

 

Ovviamente l’Oktoberfest non è un luogo per degustare birre, non troverete birre barricate o aromatizzate con luppoli strani…l’Oktoberfest è un luogo dove si onora la birra nel più semplice dei modi: bevendola!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook3Share on Google+1Tweet about this on Twitter3Pin on Pinterest0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *