Stati Uniti. Impressioni e opinioni.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0

A rifletterci, quello che più mi ha colpito degli Stati Uniti d’America è la vastita del suo territorio.

Le aree che furono terreno di forti dispute tra i nativi americani e i cosidetti “cow-boys” sono così poco popolate e così grandi che la prima cosa che ti viene in mente è “ma c’era terra per tutti!!”.

 

Ovviamente la storia insegna che non è tutto così semplicistico.

 

La mia America, in tutti e 2 i viaggi che ho avuto la fortuna di fare,  è incentrata sulla  Natura con la N maiuscola. 

Grandi parchi, territori in cui la presenza umana è presente come i cibi salutari sono presenti nel mio frigo, animali liberi che non avrei mai pensato di vedere se non a SuperQuark.

 

Le città meritano di essere viste, ma gli Stati Uniti hanno molto altro da offrire!

 

 

Consigli spassionati

 

Perchè Sì :

L’ampiezza dei paesaggi regala un inaspettato senso di libertà; l’ampia scelta di motel dove  si può dormire senza aver prenotato prima; gli hamburger e e le costolette in salsa barbecue!

 

 

Perchè No:

Gli orari sono molto anticipati rispetto ai nostri standard. Infatti, la cena è intorno alle 18.00, e dopo le 20.00 si rischia di trovare le cucine chiuse. I prezzi esposti sono sempre senza tasse, è necessario sempre calcolare la percentuale di tassazione dello Stato in cui ci si trova  e sommarla.

 

Varie ed eventuali:

Proprio come nei film, negli Stati Uniti la gente viene arrestata abbastanza platealmente.  Ci è capitato infatti, nel corso dei viaggi effettuati nel suolo americano, di vedere inseguimenti, ammanettamenti e scene  degne dei migliori “Chips”.                                                                                                           Nello sfortunato caso vi dovessero fermare mentre guidate, restate con le mani sul volante finchè il poliziotto non vi chiederà di fornirgli i documenti.   Infatti in America, per ogni minimo movimento sospetto…si ha il grilletto facile!

 

Hotel dove abbiamo soggiornato:

A San Francisco abbiamo utilizzato il portale Airbnb, in quanto i costi degli hotel sono molto alti. Per tutto il resto del viaggio abbiamo soggiornato nei moltissimi motel che costeggiano le highway, impossibile elencarli tutti, ma sono indicati ad ogni uscita dell’autostrada con grandi insegne.

 

Come muoversi:

 Per assaporare il vero on the road americano c’è un solo modo: noleggiare un auto.      Sono molti gli autonoleggi presenti negli Stati Uniti, vi sconsigliamo Avis (prenotato l’auto anticipatamente dall’Italia tramite il sito internet, ma a San Francisco ci hanno detto che non c’era…) ma vi consigliamo Alamo (utilizzata per il secondo on the road negli USA, competenti e onesti). Ci dicono sia possibile girare l’America tramite bus…beh, se potete scegliere evitatelo, il bello del viaggio è il viaggio!

 

 

Costi:

Gli Stati Uniti hanno all’incirca i costi europei. I motel (con bagno in camera) si aggirano dai 50$ ai 100 $ nei luoghi più turistici.  Grande sorpresa per Las Vegas, dove dormire nei luccicanti hotel ha un costo decisamente alla portata. Probabilmente il loro guadagno è nei casinò che ogni hotel possiede.   Il carburante costa nettamente meno che in Italia, altro motivo per apprezzare lo stile “on the road”.   I ristoranti e le steak house, a meno che non si scelga il ristorante di lusso, sono nella media italiana.  Le mance sono praticamente un obbligo.

 

 

Per saperne di più sul mio viaggio negli Stati Uniti clicca su http://www.unviaggiopercapello.it/diario-di-viaggio-west-coast-usa-ovvero-come-andare-a-las-vegas-e-riuscire-a-non-sposarsi/

Buon viaggio a tutti!

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *