Vogogna. Un borgo tra due laghi.

Share on Facebook271Share on Google+0Tweet about this on Twitter6Pin on Pinterest0

 

 

 

In Piemonte, poco distante dal confine svizzero, esiste un luogo dove il tempo sembra essersi fermato: benvenuti a Vogogna.

Borgo  di poco meno di 2000 abitanti, Vogogna sorge in Val d’Ossola. 

In posizione privilegiata comodo sia al Lago Maggiore che al Lago d’Orta.

 

Palazzo Pretorio
Palazzo Pretorio

 

Sotto il dominio prima della famiglia Visconti, poi degli Sforza e dei Borromeo, Vogogna ebbe il suo maggiore splendore nel medioevo (dal 1300 al 1500 circa) per poi cadere in una lenta decadenza intorno al 1700.

Conserva ancora l’antinco splendore l’imponente Castello Visconteo, così come i suggestivi palazzi del borgo vecchio, che proiettano il paese in una dimensione  passata.

Forte anche di un’attenzione particolare dei suoi abitanti nei confronti del decoro civico, Vogogna è una piacevole meta per gli amanti della storia.

 

Castello Visconteo

 

Benchè ne esistano già tracce nel XI secolo, il castello deve il suo ampliamento a Giovanni Visconti, vescovo di Novara e signore di Milano.

Tipica cotruzione medioevale, il castello sorge in posizione elevata rispetto al borgo, a protezione dei suoi abitanti. E’ di forma irregolare, dovuto molto probabilmente alle varie fasi costruttive dell’edificio.

Nel corso degli anni, come quasi tutte le strutture, è stata utilizzata per diversi usi: da presidio militare a prigione, per essere poi ristrutturato e aperto alle visite nel 1998.

 

Castello Visconteo
Castello Visconteo

 

Attualmente è visitabile dalla primavera all’autunno. All’interno è presente una mostra permanente e delle mostre temporanee.  Ma se l’interesse è puramente storico si è soddisfatti visistandolo anche solo esternamente.

 

Il Borgo

 

Passeggiando nel borgo vecchio si possono ammirare i suggestivi palazzi medioevali. Il Palazzo Pretorio, che ancora conserva lo stemma visconteo sulla facciata o la Casa De Regibus, attuale sede della mostra permanente di arte contemporanea.

 

Il borgo vecchio
Il borgo vecchio

 

Le vie sono dedali acciottolati, poco illuminati la sera, dove passeggiare rimanda ad epoche passate.

 

Dormire e mangiare

 

Per vivere a fondo l’esperienza di questo caratteristico borgo, dormire nella Palazzo del Gabelliere  è un’esperienza senz’altro unica.

Situato nel centro del borgo vecchio, si tratta di una casa adibita a bed & breakfast che si snoda in altezza come tutte le case medioevali.

Utilizzata per la riscossione delle gabelle (tasse), attualmente ha 6 camere finemente ristrutturate. Soggiornando si ha la sensazione di immergersi in epoche passate, senza però rinunciare all’accoglienza e i comfort attuali.

Poco distante sorge il ristorante Del Vecchio Borgo, con una cucina degna di nota.

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook271Share on Google+0Tweet about this on Twitter6Pin on Pinterest0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *